In bella scrittura

Sembra facile, invece richiede anni di applicazione, esercizio e pazienza. Scrivere come Simona Picciotto, calligrafa e grafica, diplomata in disegno industriale a Genova, somiglia più a un’arte che a un lavoro, più precisamente a un antico mestiere.
Grazie alla sua preparazione, un calligrafo non è soltanto un esecutore che si limita a copiare, ma è un professionista che ha studiato i modelli delle lettere e ne sa rendere una propria versione attuale. Un vero calligrafo ha la padronanza di diverse tecniche, conosce bene le carte, i pennini e gli inchiostri.

fotografia di proprietà di Simona Picciotto
Al lavoro per Louis Vuitton. Molte maison si rivolgono a calligrafi: Simona ha lavorato anche per Chanel e Geox

Qual è il valore aggiunto di un oggetto scritto da una calligrafa professionista?
«É una cosa fatta esclusivamente per te. Unica, esclusiva. Ha più pathos di qualunque oggetto industriale, per quanto bello. La calligrafia ha il potere di personalizzare. Tanto che un esperimento ha dimostrato che uno stesso testo letto su un tablet e letto su carta scritto a mano viene memorizzato meglio nel secondo caso.»

fotografia di proprietà di Simona Picciotto

A Genova è molto richiesto il calligrafo?
«Lavoro soprattutto con wedding planner per fare coordinati di nozze: dalla partecipazione agli inviti, ai segnaposto al tableau de mariage. La calligrafia si inserisce bene negli eventi, ma anche in progetti grafici: titoli di libri, spot. Poi ho lavorato per alcuni stilisti: Chanel, Louis Vuitton, Geox, ho fatto delle t-shirt per motociclisti e il packaging design per la promozione di Via Garibaldi

fotografia di proprietà di Simona Picciotto

matrimonio_3[1]
Il valore aggiunto è l’unicità di ogni pezzo, scritto a mano per ogni persona
A che pensi mentre scrivi?
«Alla parola che sto scrivendo. Fare un errore significa rifare tutto da capo.»

fotografia di proprietà di Simona Picciotto
Simona al lavoro per scrivere i ringraziamenti

Tieni anche corsi per chi vuole imparare?
«Si, soprattutto perché mi piace comunicare la passione per la calligrafia, far percepire la diversità tra un prodotto fatto a mano e le cose fatte in serie. Il senso di unicità.»

fotografia di proprietà di Simona Picciotto
Tableau de mariage su specchio

Qual è il tuo stile preferito?
«Io mi sono specializzata in uno stile che si chiama Spencerian. Si tratta di un corsivo usato dalle segretarie americane, che poi si è arricchito di svolazzi e decorazioni floreali.»

Sembra un gran lusso concedersi una cosa scritta a mano, ma quanto costa realmente?
«50 centesimi a riga! Tanto per fare degli esempi concreti: una busta costa circa 1 euro e mezzo, mentre cento partecipazioni costano 150 euro, un menu 3 euro, una lettera 50 euro. I prezzi escludono i materiali.»

fotografia di proprietà di Simona Picciotto
Insegne su ardesia per un nuovo negozio

Quali sono i tuoi negozi preferiti a Genova?
«Le cartolerie, naturalmente! Anche se dal punto di vista calligrafico a Genova non si trova molto: compro quasi tutti i materiali professionali online. Ma sarebbe bello che qualcuno decidesse di specializzarsi in questo tipo di fornitura.
Per quanto riguarda altri ambiti, amo molto il vintage di Betty Page, in via Luccoli, l’agriturismo Taverna del Sole a Sant’Ilario, e Papê, in Vico del Duca.»

fotografia di proprietà di Simona Picciotto

Il sito di Simona: simonapicciotto.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...