Siouxie: è nata una star

fotografia di proprietà di Giovanna Fadda

Non pensava, iscrivendosi su Instagram, che questo social l’avrebbe appassionata così tanto e che i suoi scatti sarebbero stati premiati. Per un attimo ha pensato a un nickname e ha scelto quello di un gruppo post punk inglese che amava molto da ragazzina. Da allora Siouxsie è una celeb del popolare social di immagini.
Le sue foto sono #cropic coloratissime, a volte volutamente artificiali.
Nella vita analogica la genovese Giovanna Fadda fa un altro mestiere, ma non abbandona mai la sua macchina fotografica.

Genova, fotografia di proprietà di Giovanna Fadda

Quando è nata la tua passione per la fotografia?
«Da ragazzina. Avevo una piccola compatta, che funzionava anche male. Poi ho preso una reflex, una Pentax, nel ’98. Ho seguito il corso “Donna fotografa” di Giuliana Traverso. Da lì in poi, ogni volta che potevo scattavo. All’inizio mi concentravo soprattutto sui ritratti.»

fotografia di proprietà di Giovanna Fadda

Poi sei diventata un star di Instagram come @siouxie70 con migliaia di follower!
«Ma no, non sono famosa! È che mi diverto. E poi su Instagram ci sono un sacco di bravi fotografi da cui imparare e si possono conoscere posti nuovi da fotografare.
Il nome l’ho preso dal gruppo “Siouxsie and the Banshees”, mi piacevano molto negli anni ’90 (ero un po’ dark, allora). In realtà quando mi sono iscritta ad Instagram non pensavo che diventasse un social che mi avrebbe appassionato così tanto, così ho messo il primo nome che mi è venuto in mente.»

Hai fatto mostre, fotografie di scena, ma la fotografia non è mai stata la tua professione
«Sì, ho fatto una mostra e poi sono stata la fotografa di scena nel film “La staffetta” di Enzo Francesco Ferraro. Lo stanno proiettando in alcuni cinema di paese.
É mio il video “The Silence Mask” contro la violenza sulle donne e il femminicidio.

Non è il mio lavoro, ma mi piacerebbe molto essere una fotografa professionista. Magari in futuro, se ne avrò la possibilità, mi piacerebbe aprire uno studio.»

Cosa significa per te stare dietro a un obiettivo?
«Osservare il mondo da un punto riparato, poterne scorgere un particolare e immortalarlo. E sperare di dare all’immagine il senso di quello che rappresenta per me. Come se fosse uno stato d’animo che diventa visibile, palpabile. Per questo a volte intensifico i colori: li saturo e uso il contrasto per dare un effetto surreale, come se volessi fare uscire il senso di ciò che rappresenta quell’immagine, oltre le due dimensioni.»

Se potessi ritrarre dei personaggi famosi, anche del passato, chi sceglieresti?
«Anna Magnani. Sarebbe il mio soggetto ideale.»

Giovanna Fadda ph

fotografia di proprietà di Giovanna Fadda

 

Annunci

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...